Europa Guide low cost Slovenia Travel

Cosa vedere in Slovenia. Guida low cost

Ci sono nazioni che solleticano la nostra fantasia meno di altre. La Slovenia è di sicuro una di queste. Le cause? Forse la vicinanza alla nostra penisola o il fatto che per secoli sia praticamente scomparsa dalle cartine politiche del nostro continente. La verità è che il destino della Slovenia è sempre stato strettamente collegato a quello delle nazioni vicine. Prima inglobata dall’Impero Romano e poi da quello austro-ungarico, la Slovenia ha lottato e ottenuto l’indipendenza solo nel 1991 distaccandosi da quella che era la Jugoslavia.

Ciò non toglie che la Slovenia sia piena di cose da vedere. Secoli di dominazione straniera hanno contaminato l’architettura e la gastronomia della nazione. Immutata, invece, è la bellezza paesaggistica slovena, nazione diventata un punto di riferimento per chiunque desideri trascorrere giorni di puro relax.

Come arrivare in Slovenia

In aereo. L’aeroporto principale è quello di Brnik-Lubiana a 26 KM dalla capitale. Da qui è possibile raggiungere le varie città spostandosi in bus o noleggiando un auto. Tuttavia, le compagnie aeree che fanno scalo in Slovenia sono decisamente poche e la combinazioni possono risultare scomode e particolarmente costose.
Per questo una soluzione potrebbe essere quella di atterrare negli aeroporti italiani di Treviso e Venezia entrambi molto ben collegati con la capitale slovena.

In auto. Dal Friuli-Venezia Giulia ci sono molti punti in cui poter entrare in Slovenia: nella provincia di Trieste, Gorizia e Udine. Da dicembre 2007 non esistono più i valichi di frontiera quindi non c’è più il rischio di trovare code al confine. Attenzione alle autostrade. Il pedaggio va pagato una sola volta in base annuale (110€), mensile (30€) o settimanale (15€)

In treno. In Slovenia viaggiano solo i treni delle ferrovie slovene i cui orari e listino prezzi sono riportati sulla pagina web. Può essere adottata una soluzione simile a quella già vista per gli aeroporti.

Cosa vedere in Slovenia. I posti da non perdere

La Slovenia è grande quanto una regione italiana. Questo significa che le distanze da un punto d’interesse ad un altro non sono mai troppo estese e con un’ottima organizzazione è possibile visitare tutto ciò che si desidera in pochi giorni. Come per ogni posto nel mondo, le tappe dipendono sopratutto dai vostri interessi, ma se siete qui per la prima volta vi elencherò i posti che non potete assolutamente perdere!

Cose vedere in Slovenia. Lubiana

cose-vedere-in-Slovenia-lubiana

Castello di Lubiana – Foto di visitljubljana.com

Con poco meno di 300 mila abitanti, Lubiana è una capitale a misura d’uomo. La città, divisa in due dal fiume Ljubljanica, riesce ad alternare antico e moderno in edifici con influenze architettoniche diverse. E’ stata nominata capitale verde d’Europa nel 2016 per i suoi numerosi giardini pubblici. Il vostro soggiorno sloveno non può escludere una tappa nella capitale che è facilmente visitabile a piedi nel giro di poche ore. Inoltre è un ottimo ponte di collegamento per le numerose attrazioni poste fuori dall’area metropolitana.

Cosa vedere in Slovenia. Lago di Bled

Sarà che sembra uscito da una favola Disney, ma non è difficile capire perché il lago di Bled è uno dei paesaggi naturali più fotografati al mondo. L’isolotto è casa della chiesa di S. Maria Assunta ed è raggiungibile con piccole imbarcazioni che i locali chiamano pletna. Oltre alla chiesa, c’è un piccolo bar in cui potrete fermarvi per un aperitivo e sentirvi per un attimo al centro del mondo!

Cosa vedere in Slovenia. Grotte di Postumia

cosa-vedere-in-slovenia-grotte-di-postumia

Gallerie e sale si intrecciano e si susseguono per oltre 5 chilometri. Qui i protagonisti sono stalattiti che assomigliano a lampadari e sculture calcaree che assumono le forme più disparate. Ma la prima attrice è una stalagmite alta 5 metri, meglio conosciuta come Brillante! Questo gioiello della natura si trova nel punto in cui il gocciolamento dal soffitto è più copioso e regolare. L’acqua deposita gradualmente e uniformemente un sottile strato di pura calcite. Per questo motivo la stalagmite ha un colore estremamente bianco e un aspetto così brillante. La visita dura circa 2 ore ed è resa veloce dalla ferrovia a due binari che percorre le gallerie di queste fantastiche grotte

Prezzo. Grotte di Postumia 25,80€. Combinata Grotte di Postumia + Castello di Predjama 35,70€
Come arrivare. Le corriere da Lubiana vi porteranno nella stazione Postojnska Jama davanti le Grotte di Postumia.

Cose vedere in Slovenia. Castello di Predjama

cosa-vedere-slovenia-castello-predjama

Dopo aver passato la mattinata a visitare le grotte, il castello di Predjama diventa una tappa d’obbligo. Le due attrazione sono vicine ed è per questo possibile acquistare un biglietto combinato al costo di 35,70€. Questo castello è la perfetta testimonianza delle tecniche costruttive medievali che spesso sacrificavano l’estetica a vantaggio delle funzionalità difensive. Alle sue spalle si sviluppa un complesso sistema di gallerie nelle roccia che davano accesso ad una sorgente di acqua potabile ed erano ottime per la conservazione dei cibi, due cose indispensabili per far fronte a possibili assedi.

Questo castello è stato spesso visionato da registi e sceneggiatori che lo hanno scelto come luogo delle loro riprese. Inoltre ogni anno qui si svolge la tradizionalissima giostra di Erasmo, la più grande manifestazione medievale in Slovenia e che richiama visitatori da tutta l’ Europa!

Cosa vedere in Slovenia. Alpi Giulie/Riviera Adriatica

Qui dipende dalle vostre passioni e sopratutto dalla stagione. La Slovenia offre scorci di mare fantastici e paesaggi montani da togliere il fiato. Se il vostro soggiorno prevedere un’estensione montana prendete in considerazione le località di Bled con il parco nazionale del TriglavKranjska Gora e Bohinj. Se invece siete tipi da spiaggia non posso che consigliare le città di Pirano e Portorose

Cosa mangiare in Slovenia.

La collocazione geografica della Slovenia ha portato ad una forte contaminazione anche in ambito gastronomico. Qui si incontrano la cucina balcanica, mediterranea ed alpina con risultati a dir poco sorprendenti. Se, come me, amate lo street food, virate direttamente su queste due pietanze: la kranjska klobasa e la burek. La prima è una salsiccia a base di carne di maiale speziata, di cui esiste anche una variante ripiena di formaggio. La seconda, probabilmente di origine balcanica, è una torta salata ripiena di carne e formaggio. Ma le vere regine della cucina slovena sono patate e castagne! Assaggiate il tradizionale porridge di patate e accompagnate il tutto con delle ottime castagne al forno e vino rosso.

Centri termali in Slovenia.

Per chi non lo sapesse la Slovenia è il paese delle acque curative. Dall’Adriatico alle Alpi, il territorio abbonda di centri termali conosciuti in tutta Europa. Dopo giorni di lunghe passeggiate e visite interessanti, potreste prendere seriamente in considerazione l’idea di dedicare del tempo a voi stessi e al vostro benessere. Sappiate che ogni centro termale ha la proprio leggenda riguardo la scoperta delle sorgenti e sui poteri curative delle proprie acque. Provare a scambiare due parole con il personale, sapranno raccontarvi storie che rimarranno impresse.

La scelta del centro termale più adatto a voi dipende dalle vostre esigenze. Se vuoi saperne di più leggi la mia guida ai migliori centri termali in Slovenia.

Slovenia: ispirazione pre-partenza

Libri

La Slovenia ed i suoi abitanti hanno tantissime storie da raccontare. Non voglio condividere con voi le solite guide turistiche, ma tre libri che hanno come sfondo questa terra e che vi aiuteranno a comprendere meglio l’identità ed i sentimenti di questo fantastico popolo.

Il giradischi di Tito. Nella Jugoslavia di Tito arriva la musica occidentale e nasce la richiesta dei primi giradischi. Egon, l’adolescente protagonista del romanzo, ne desidera assolutamente uno. Dovrà scontrarsi con la rigidità ed i dettami della madre e della dittatura socialista.

La guerra dei dieci anni. Romanzo storico che ricostruisce gli eventi dal 26 giugno 1991, giorno in cui la guerra di Slovenia dava inizio alla dissoluzione della Jugoslavia e inaugurava il decennio di conflitti sanguinosi che hanno sconvolto i Balcani.

Una primavera difficile. Il difficile ritorno alla vita di un giovane sloveno sopravvissuto all’orrore dei campi di concentramento. Un concentrato di sentimenti a testimonianza di quanto la guerra possa distruggere l’animo umano.

Articoli

Cosa vedere in Slovenia. Itinerario 5 giorni

Giorno 1. Arrivo e visita di Lubiana
12.00 – Arrivo a Lubiana e check-in albergo
13.30 – Pranzo
14.00 – Visita alla casa di Joze Plecnik
15.30 – Passeggiata per il centro cittadino alla scoperta delle opere di Plecnik
19.30 – Rientro e cena

Spesa prevista: 6€ ingresso casa di Plecnik + 5€ pranzo + 12€ cena
TOTALE 23€

Giorno 2: Castello di Lubiana, quartiere Metelkova ed arrivo a Bled
08.30 – Colazione
09.00 – Salita al castello con la funicolare
09.30 – Visita del castello
13.30 – Pranzo
14.30 – Passeggiata tra i graffiti del quartiere Metelkova
16.30 – Corriera per Bled
18.00 – Check-in
19.30 – Cena

Spesa prevista: 10€ ingresso castello e bigietto funicolare + 5€ pranzo + 12€ cena
TOTALE 27€

Giorno 3: Alla scoperta dei dintorni di Bled
08.00 – Colazione
09.30 – Autobus per la gola del Vintgar
10.00 – Visita alla gola del Vintgar
11.30 – Camminata fino al Bled
13.30 – Pranzo
14.30 – Visita della chiesa di San Martino
16.00 – Salita al castello
16.30 – Visita del castello
18.00 – Relax sulla riva del lago/Visita all’isola
20.30 – Cena

Spesa prevista: 9€ autobus per Vintgar + 5€ ingresso alla gola del Vintgar + 11€ castello + 12€ barca per l’isola + 6€ visita chiesa sull’isola + 7€ pranzo + 15€ cena
TOTALE 65€

Giorno 4: Un assaggio del lago di Bohinj
08.00 – Colazione
09.00 – Corriera per il lago di Bohinj
10.00 – Arrivo a Bohinj Jezero e spostarsi a Stara Fuzina
10.30 – Visita del museo dedicato al parco del Triglav
12.30 – Pranzo
14.00 – Tornare a Ribcev Laz per ammirare le statue dedicate ai primi quattro scalatori del Triglav e a Zlatorog
15.30 – Corriera per Ukanc
15.40 – Inizio passeggiata con direzione le cascate Savica
16.20 – Arrivo all’ingresso delle cascate
17.00 – Arrivo alle cascate
18.00 – Corriera dal parcheggio per Lubiana
20.30 – Check-in
21.00 – Cena

Spesa prevista: 7€ corriera + 3€ cascate + 7€ pranzo +15€ cena
TOTALE 32€

Giorno 5: Visita delle grotte di Postumia
07.00 – Colazione
08.00 – Corriera per le grotte di Postumia
10.00 – Visita alle grotte
12.30 – Pranzo
14.00 – Visita del castello di Predjama
16.00 – Corriera per tornare a Lubiana
18.00 – Arrivo a Lubiana e partenza per tornare a casa

Spesa prevista: 14€ corriera A/R + 39.60€ grotte e castello + 7€ pranzo
TOTALE 60,60€

Spesa totale 5 giorni: 207,60€

 

 

 

 

 

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Valentina
    gennaio 29, 2018 at 5:19 pm

    A volte, come dici tu, siamo talmente abituati a cercare la bellezza in luoghi esotici e lontani che tendiamo a snobbare ciò che abbiamo vicino. Ed è un vero peccato.. Bellissimo questo articolo! Mi hai dato nuove ispirazioni di viaggio e la voglia di partire subito per la Slovenia!! 🙂

    • Reply
      raffor14c
      gennaio 29, 2018 at 5:56 pm

      Grazie Valentina! Contentissimo di averti ispirato. Siamo sicuri che rimarrai incantata 🙂

  • Reply
    Federico
    gennaio 31, 2018 at 8:18 am

    Leggendo i tuoi articoli comincio a percepire lo stile che li contraddistingue. 😉 Anche qui abbiamo un’impeccabile guida, nel senso che “guida” il viaggiatore attraverso tutto il percorso che lo condurrà da casa sua ai posti più magici della Slovenia! Mi piace che, leggendo un unico articolo, io mi possa fare un’idea su quanto andrò a spendere (e, quindi, come gestire il mio budget), come raggiungere la Slovenia, quali attrazioni vedere, in base ai miei interessi (tutto ben descritto, in maniera sintetica, ma allo stesso tempo ricco di informazioni), e dove trovarle. Il tutto senza trascurare palato e benessere! 😋
    Da piccolo ho visitato le grotte di Postumia, ma finora non avevo mai sentito parlare del Castello di Predjama. Un’interessante scoperta!

  • Reply
    sandra
    gennaio 31, 2018 at 11:02 am

    cosa non darei per poter essere all’interno di quella stalagmite, per non parlar del castello 🙂

  • Reply
    sabrina barbante
    febbraio 2, 2018 at 3:22 pm

    In realtà la Slovenia è da sempre nella wish-dream list però hai ragione, essendo molto vicina e a portata di mano per noi italiani si tende sempre a procrastinare. In particolare su Lubiana e sul lago di Blend ho sentito dire tante cose molto belle ma adesso mi hai incuriosita anche su tante altre cose da vedere e penso di dover fare un itinerario che lasci poco al caso.

    • Reply
      raffor14c
      febbraio 2, 2018 at 3:59 pm

      Con la giusta organizzazione è possibile visitarla in 5 giorni. Magari ti torna utile il mio itinerario. Se dovesse avere qualche giorno in più a disposizione non dimenticare una sosta alle terme 🙂

Leave a Reply